Morbillo: conoscere e affrontare la malattiaMorbillo: conoscere e curare la malattia

A cura della Professoressa Susanna Esposito, Ordinario di Pediatria all’Università degli Studi di Perugia e presidente dell’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici, WAidid.

Il morbillo è la malattia esantematica più contagiosa, causato da un virus del genere morbillivirus (famiglia dei Paramixovidae). Il morbillo colpisce sia i bambini sia gli adulti non immunizzati e si trasmette solo nell’uomo, in quanto non ha un “serbatoio” animale

Contagiosità e decorso della malattia

Si è contagiosi da 5 giorni dopo l’avvenuto contatto con il virus, fino a circa una settimana dopo la scomparsa delle macchie. Il contagio avviene per via aerea, tramite le goccioline respiratorie che si diffondono nell’aria quando il malato tossisce o starnutisce, o attraverso il contatto con gli oggetti contaminati dalle goccioline volatili.

Il periodo di incubazione varia dagli 8 ai 12 giorni e si manifesta, al suo esordio, con sintomi aspecifici come mal di gola, tosse, naso che cola e febbre che diventa sempre più alta (anche sopra i 39° C).

  • Altre possibili manifestazioni sintomatiche sono:
  • occhi arrossati e sensibilità alla luce
  • ingrossamento dei linfonodi, soprattutto di collo, ascelle o inguine
  • agitazione
  • inappetenza

Circa 2-3 giorni dopo l’esordio dei sintomi possono comparire dei puntini bianchi all’interno della bocca (macchie di Koplik)

A 3-5 giorni dall’esordio dei primi sintomi, compare l’esantema (eruzione cutanea): macchioline rilevate e circoscritte (papule) di colore rosa pallido che poi diventano rosso cupo. L’esantema di solito compare prima dietro le orecchie e sul viso e poi sul resto del corpo

3-7 giorni dopo l’esantema inizia a riassorbirsi, scomparendo a partire dal collo. A volte, rimane una desquamazione della pelle per qualche giorno

Complicanze

In circa il 30% dei casi il morbillo può avere complicanze, più o meno gravi, quali:

Encefalite. Si tratta di una complicanza che si verifica in un caso su 1000 bambini infettati. Causa danni cerebrali permanenti e può portare persino al decesso.

Otite. È la complicanza più comune, in genere legata a una sovrainfezione batterica. Si verifica in circa il 10% dei casi.

Polmonite. L’infezione può essere sia di natura virale che batterica. Si verifica in media nel 5% dei casi.

Convulsioni. In circa il 2% dei casi il bambino può andare incontro a convulsioni.

Panencefalite sclerosante subacuta. È la complicanza più grave. Si verifica in un caso su 10 mila. Si tratta di una malattia degenerativa fatale del sistema nervoso centrale che si verifica da 5° 10 anni di distanza da quando si è contratto il morbillo.

Prevenzione e Cura

La prevenzione al morbillo passa attraverso la vaccinazione. Il vaccino esiste sotto forma di un complesso trivalente contro morbillo, parotite e rosolia (Mpr) o quadrivalente con l’aggiunta dell’anti-varicella.

Fino al 6°-9° mese di età il neonato può essere protetto dagli anticorpi che gli vengono dalla madre, se questa ha avuto la malattia o è stata vaccinata. Passato questo primo periodo si raccomanda di vaccinare i bimbi con una prima dose al 12°-15° mese e con una seconda dose verso i 5-6 anni. Le due dosi di vaccino sono raccomandate anche negli adolescenti e negli adulti che non hanno avuto la malattia o che non sono sati vaccinati in precedenza.

Il morbillo non è una malattia da sottovalutare, basti pensare che le donne che si infettano durante la gravidanza rischiano di abortire o di partorire prematuramente.

Nel caso in cui si contragga la malattia non esiste una cura specifica, ma si consiglia il riposo e il ricorso a farmaci sintomatici al bisogno, per esempio il paracetamolo per abbassare la febbre.

L’unica soluzione è rappresentata dalla prevenzione. Non esistendo un serbatoio animale del virus del morbillo, se più del 95% della popolazione fosse immunizzata, il morbillo potrebbe essere eliminato. Questo è l’obiettivo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ed è stato raggiunto nelle Americhe.

 I numeri

5004, sono i casi registrati di morbillo in Italia nel 2017, inclusi 4 decessi. Un dato quasi 6 volte superiore all’anno precedente.

Per ulteriori notizie sul tema, visita la pagina Susanna Esposito – Articoli e Approfondimenti sui Vaccini.

Articoli sui vaccini
che potrebbero interessarti

  • Morbillo: conoscere e curare la malattia

Morbillo: conoscere e affrontare la malattia

ottobre 19th, 2018|0 Comments

Morbillo: conoscere e affrontare la malattia A cura della Professoressa Susanna Esposito, Ordinario di Pediatria all’Università degli Studi di Perugia e presidente dell’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici, WAidid. Il morbillo [...]

  • Manifesto Europeo Vaccinazione contro l'influenza

Salute, UE: il Manifesto Europeo sulla Vaccinazione contro l’influenza

ottobre 2nd, 2018|0 Comments

Salute, UE: il Manifesto Europeo sulla Vaccinazione contro l'influenza La prof.ssa Susanna Esposito, presidente Waidid e membro del Gruppo Direttivo dell’UE sulla vaccinazione antinfluenzale: “Un impegno comune per un traguardo importante dell’Europa, come già accade [...]

  • Piano Vaccinale per Adolescenti.

Programma Educazionale per aumentare la Copertura Vaccinale tra gli Adolescenti

luglio 2nd, 2018|0 Comments

Impatto di un Programma Educazionale basato su un sito web per aumentare la Copertura Vaccinale tra gli Adolescenti   A cura di: Sonia Bianchini1, Claudia Tagliabue1, Giulia Umbrello1, Barbara Madini1, Giada Di Pietro1, Walter Peves [...]

  • Piano Vaccinale nelle Scuole

Il Piano Vaccinale 2017-2019 e l’obbligatorietà per le scuole

maggio 29th, 2018|0 Comments

Il Piano Vaccinale 2017-2019 e l'obbligatorietà per le scuole   A cura della Professoressa Susanna Esposito, Ordinario di Pediatria all’Università degli Studi di Perugia e presidente dell’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini [...]

Visita la sezione dedicata alla tematica delle vaccinazioni

All’interno di questa sezione abbiamo deciso di raccogliere articoli, notizie e approfondimenti relativi ai vaccini con dichiarazioni e interviste alla Prof.ssa Susanna Esposito per tentare di far luce su questo tema e aiutare i genitori, ma non solo, a capirne di più.